Botero a Bologna: la morbidezza in mostra dal 12 ottobre 2019

Aggiornamento date: Botero a Bologna dal 12 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020: una mostra da non perdere!

Il corpus della mostra di Botero a Bologna, situata a palazzo Pallavicini, è costituito da 50 opere uniche mai viste prima nel capoluogo emiliano, nelle quali sono esposti una serie di disegni realizzati a tecnica mista e un pregiato insieme di acquerelli a colori su tela.

L’esposizione è articolata in sette sezioni, rispetta i temi cari all’artista e pone la sua attenzione all’occhio poetico che solo Botero è capace di posare sul mondo, regalando una bellezza fatta di volumi abbondanti, colori avvolgenti e iconografie originali.

Tra i soggetti selezionati compaiono personaggi legati alla tauromachia e al circo, nature morte, nudi, personalità religiose e individui colti nella propria quotidianità: una rassegna visiva che tiene conto dell’intensa ricerca visiva di Botero, tesa all’affermazione del suo caratteristico linguaggio.

Botero a Bologna: i temi

Tra le opere esposte si nascondono i segreti della vita, celati sotto presenze dai volumi corpulenti, persone o oggetti in attesa di un movimento casuale o volontario. In perfetto equilibrio tra ironia e nostalgia, atmosfere oniriche e realtà fiabesca, classicità italiana e cultura sudamericana, l’arte di Botero risulta creatrice e portatrice di uno stile figurativo e personale, capace senza indugio anche in questa occasione di coinvolgere e affascinare chi guarda. L’allestimento è stato progettato con l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Botero a Bologna: info

La mostra di Fernando Botero è visibile a Palazzo Pallavicini, in via San Felice 24, dal 12 ottobre 2019 fino al 26 gennaio 2020. Il Palazzo è aperto dal giovedì alla domenica dalle ore 11:00 fino alle ore 20:00 (ultimo ingresso ore 19:00). I biglietti di ingresso adulti hanno un prezzo di 13 euro, con varie opzioni per gruppi e ridotti.

Informazioni specifiche su date, ingressi e aperture nel sito ufficiale www.palazzopallavicini.com

LEGGI ANCHE: IL CANONE CURVY e il suo percorso NELLA STORIA

Noemi Matteucci

Noemi è docente di lingua inglese, laureata in traduzione tecnico-scientifica e giornalista pubblicista. Ama il buon vino e il buon cibo. Curiosissima e dinamica, adora viaggiare e perdersi nella natura, che si tratti del giardino di casa, di un parco o di montagna. È nata e vive nella verde Umbria.

Lascia un commento