Elisa D’Ospina lancia petizione contro le modelle sottopeso: “Vietarle”

La modella e showgirl curvy italiana Elisa D’Ospina lancia una petizione contro le modelle sottopeso: è possibile firmarla su Change.org

Elisa D’Ospina lancia una petizione contro le modelle sottopeso

Basta all’utilizzo delle modelle sottopeso sulle passerelle, il messaggio che ne esce può solo essere negativo. Questa, in sintesi, la motivazione che ha spinto la modella curvy Elisa D’Ospina a lanciare una petizione contro le modelle sottopeso qualche giorno dopo che Gucci aveva fatto sfilare, alla Milano Fashion Week, più di una modella di taglia 34 in evidente stato di sottopeso.

petizione-contro-le-modelle-sottopeso-gucci

Petizione contro le modelle sottopeso: le motivazioni

Elisa D’Ospina

Nel suo blog, oggi, la D’Ospina rilancia: «La cosa che ci interessa – scrive la modella curvy – è vedere un’ideale di donna che si avvicini alla quotidianità, che sia in salute, sorridente. Che sia portatrice di valori sani. Se gli stilisti non sanno vestire donne con delle misure normali possono sempre cambiare lavoro. Non c’è più tempo per assistere a questo scempio ecco perché ho lanciato questa petizione dove chiedo alla Camera della Moda Italiana (ma la estenderò in Europa) di vietare l’uso di modelle in evidente sottopeso sulle passerelle. Negli anni passati – conclude la D’Ospina – abbiamo assistito a dichiarazioni da parte degli addetti ai lavori al limite della decenza, dove per la lavorare erano costrette a diete impossibili e a ritmi di lavoro estenuanti».

La petizione contro le modelle sottopeso ha il titolo ‘Mai più modelle sottopeso in passerella’ ed è possibile sottoscriverla nel sito Change.Org.

Noemi Matteucci

Noemi è docente di lingua inglese, laureata in traduzione tecnico-scientifica e giornalista pubblicista. Ama il buon vino e il buon cibo. Curiosissima e dinamica, adora viaggiare e perdersi nella natura, che si tratti del giardino di casa, di un parco o di montagna. È nata e vive nella verde Umbria.

Lascia un commento

Questo articolo ha un commento

  1. Paolo

    certe magrezze estreme fanno paura e sono pericolose per la salute