Recensione libro di Ashley Graham, Una nuova modella

Finalmente è arrivato in Italia: ecco la recensione del libro di Ashley Graham, Una nuova modella

Recensione libro di Ashley Graham, Una nuova modella

Un percorso a ostacoli iniziato da poco più che bambina e mai finito, ma che porta nel tempo a successi sempre maggiori. Una nuova modella, il primo libro autobiografico di Ashley Graham, ricalca in nove capitoli le storie – eccezion fatta per la professione – della maggior parte delle donne in carne: il dover gestire sin da adolescente un corpo più maturo e più grande di quello delle sue coetanee a scuola, il voler essere sempre il più possibile femminile e al centro delle attenzioni di ragazzi e uomini, con tutte le difficoltà che ciò comporta nelle relazioni sociali a vari livelli, l’acquisire, intorno ai trent’anni, la consapevolezza che se ce la farai sarà solo grazie a te stessa e al sodalizio con altre donne. 

A più di trent’anni, la modella curvy americana forse più famosa al mondo racconta le esperienze che hanno fatto del suo corpo lo strumento della sua lotta per una moda e una società più inclusive e la sua vita, passando dal Nebraska alle passerelle di New York, da anonimi cataloghi di lingerie e abbigliamento plus size alle copertine delle più grandi riviste internazionali, come Sports Illustrated, Elle e Vogue. Tuttavia, come spiega, niente è stato né è ancora facile: ogni casting e ogni nuova “attesa lavorativa” hanno rappresentato e rappresentano grandi sfide con se stessa e con gli ambienti che la circondano, ancora soliti additarla e respingerla per la sua diversità fisica, nonostante l’evidente bellezza e l’evidente personalità. 

 copertina libro di ashley graham una nuova modella

Il libro di Ashley Graham: rapporto con gli uomini e con il cibo

La Graham analizza poi il rapporto con gli uomini e il continuo passaggio da uno all’altro per sentirsi accettata, subendo anche violenza fisica, fino all’arrivo di colui che è il suo attuale marito, Justin Ervin, con cui dice di sentirsi piena e realizzata. Infine, parla della relazione con il cibo, che nella sua vita ha sempre avuto un ruolo importante che lei stessa ha dovuto imparare a gestire meglio con la consapevolezza di donna, e dell’attività fisica, alleato utile con cui ha finalmente fatto la pace.

Ashley Graham: eroina di una nuova società

Ciò che emerge fortemente dalla storia di Ashley Graham è il fil rouge che accomuna la sua vita con quelle di tante donne, e cioè la continua necessità di dover riaffermare il proprio valore in una società infarcita di stereotipi. Una società che incasella le donne in ruoli e canoni predefiniti. Una società che, solo a piccoli passi e attraverso battaglie come la sua, si muove verso aperture sostanziali e verso movimenti di rottura degli standard per il corpo femminile. 

Emerge solo chi ha la tempra e il carattere per portare avanti la battaglia; dietro, però, è ampia la scia di donne che grazie a questa eroina del beauty beyond size riescono a cambiare in positivo la propria prospettiva. “Quando mi sono messa in gioco con tutti i miei difetti – scrive la Graham -, è stato il momento in cui ho capito che ero più di un bel faccino. […] Indipendentemente da quanto si è percepite come belle o brutte, la vera bellezza che tutte possediamo si trova all’interno. È lì che dovremmo riporre la nostra attenzione ed è in base a ciò che dovremmo essere giudicate. […] Davvero, la bellezza è oltre la taglia”.

Recensione libro di Ashley Graham: il nostro giudizio

Giudizio finale Se la cultura di appartenenza è pur sempre americana e quindi occidentale, a volte la vita di Ashley Graham appare comunque abbastanza distante per canoni e costumi rispetto alla nostra, in Italia. In alcuni punti la scorrevolezza della narrazione inciampa leggermente, bilanciata comunque dal messaggio finale che contraddistingue la ‘missione’ della modella. 

Voto: 3,5/5 
Editore: Edizioni Il Punto d’Incontro
Anno pubblicazione originale: 2017
Anno pubblicazione italiana: 2020
Pagine: 221
Prezzo di copertina: € 11,90
ISBN: 9788868207212

LEGGI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA CULTURA CURVY

Noemi Matteucci

Noemi è docente di lingua inglese, laureata in traduzione tecnico-scientifica e giornalista pubblicista. Ama il buon vino e il buon cibo. Curiosissima e dinamica, adora viaggiare e perdersi nella natura, che si tratti del giardino di casa, di un parco o di montagna. È nata e vive nella verde Umbria.

Lascia un commento

Questo articolo ha un commento

  1. Paolo

    lei è oggettivamente bella ci sono uomini e donne oggettivamente più belli fisicamente di altri, e tutti vogliamo piacere e piacersi ma tutti vanno rispettati