Michela: “Non avrei mai pensato di poter indossare questo abito da sposa!”

Pensate che una sposa curvy debba sempre accontentarsi dell’abito? Beh, state sbagliando. Parola di Michela, che ha trovato l’atelier perfetto per il giorno più bello della sua vita!

“Non avrei mai pensato di poter indossare un modello e un colore del genere!”: è stata questa l’esclamazione di stupore e felicità quando Michela ha provato il suo abito per la prima volta. E ha deciso di raccontare la sua storia!

Testimonianza sposa curvy: il sogno di Michela realizzato

Quando una ragazza non ha un fisico ‘perfetto secondo i canoni della moda’ – dice Michela – , è lei stessa la prima a credere di non potersi permettere un abito importante, diverso dal solito abito largo con un tessuto morbido che scivola addosso e nasconde le forme“. Perché è proprio così che di solito viene vestita una sposa con misure fuori dagli standard.

È decisamente ora di sdoganare questi concetti – aggiunge Michela nella sua testimonianza sposa curvy -,  di smettere di pensare che almeno il giorno del matrimonio una ragazza dalle forme generose non si possa permettere di indossare qualcosa di unico e, perché no, sentirsi unica”.

“La sfilata di pregiudizi deve finire e io devo far in modo di sentirmi bella quel giorno”, ha pensato Michela quando ha iniziato a cercare il suo abito da sposa. “Perché una sposa dovrebbe provare imbarazzo soltanto nel dire che vuole sentirsi bella , perché dovrebbe pensare di non potersi permettere un abito visto in vetrina, e per questo sentirsi a disagio?”, dice oggi.

Poter avere un abito “su misura” diventa un’espressione di orgoglio, bellezza, eleganza e unicità. Poter scegliere tra vari modelli principeschi, pieni di pizzo e di brillantini, come piacciono ad ogni sposa senza limiti di taglia, adesso è possibile.

“Ho preso coraggio. Sono andata d’istinto all’atelier Sposa Curvy. Volevo abito azzurro indaco per me, una ragazza che si veste sempre di nero e che ama il nero. Quasi non mi riconoscevo! Invece, qualcosa nella mia testa è cambiato quando sono andata in atelier e mi hanno detto con fiducia: “Provalo, è il giorno più bello della tua vita”. Ho iniziato poi a vedere l’abito che pian piano prendeva forma sulle mie forme, ed è una sensazione di benessere, anche se non hai mai indossato una gonna in vita tua”.

VAI AL SITO DELL’ATELIER 

Testimonianza sposa curvy: accoglienza e professionalità in atelier

A rendere felice Michela sono state Cinzia e Manila, titolari dell’atelier, che l’hanno convinta anche a provarla, la gonna. “Da Sposa Curvy – spiega Michela – sanno che ogni donna ha i suoi tempi e, nonostante tutte le sue paure, riescono a guidarti verso la scelta giusta. Un abito da sposa necessita di tanto lavoro e impegno per la sua realizzazione, ma non è abbastanza. Da Sposa Curvy, ad ogni prova dell’abito, la sposa viene sempre accolta col sorriso e con professionalità, in un ambiente familiare, come a casa, come se fossi circondata da amiche sincere con le quali condividere le gioie le fragilità e alle quali non devi nascondere le lacrime che escono durante la prova!”

“A distanza di un mese dal matrimonio – conclude Michela – provo ancora una gioia immensa e credo continuerò a lungo a dire che “Non avrei mai pensato di indossare un abito così. E invece l’ho indossato, e non potrei essere più felice e orgogliosa.”

Ecco la storia di Michela raccontata con le sue parole:

Alcuni contenuti o funzionalità non sono visibili a causa delle tue impostazioni cookie! 

Questo succede perché “Google Youtube” utilizza cookies che hai scelto di non scaricare. Per poter visualizzare il contenuto abilita i cookies: clicca qui per aprire le tue preferenze e aggiorna la pagina.

Cinzia e Manila di Sposa Curvy hanno preparato una guida indispensbile per aiutare le spose nella scelta dell’abito, così da arrivare al matrimonio sorridenti! Scoprila subito facendo clic qui.

Noemi Matteucci

Noemi è docente di lingua inglese, laureata in traduzione tecnico-scientifica e giornalista pubblicista. Ama il buon vino e il buon cibo. Curiosissima e dinamica, adora viaggiare e perdersi nella natura, che si tratti del giardino di casa, di un parco o di montagna. È nata e vive nella verde Umbria.

Lascia un commento

Questo articolo ha un commento

  1. Vlad

    è bello che questa ragazza abbia trovato l’abito adatto a lei, ma non è questioni di “canoni”